Oleg Voskoboynikov, Tre sguardi sull’arte medievale: a proposito dell'immagine in saggi di Olivier Boulnois, Jean Wirth e Jérôme Baschet


Questa postilla è dedicata a tre libri sull’arte medievale, pubblicati in Francia all'inizio del 2008, scritti rispettivamente da un filosofo, Olivier Boulnois, un medievista antropologo di formazione legoffiana, Jean Wirth, ed infine da uno storico dell'arte "chartiste" Jérôme Baschet. Si tratta di sintesi molto diverse, ma tutte e tre di grande interesse per gli storici e gli studiosi del Medioevo che si occupano dello studio dell'immagine. Non rappresentano una « storia » nel senso stretto del termine, cioè una sequenza cronologica di dati sull’argomento, ma ciascuno è, a modo suo, un tentativo metodologico che mira non solo alla descrizione ed all’analisi di monumenti o dottrine del passato, più o meno conosciuti, ma una riflessione sul proprio mestiere di studioso. Si tratta di testi carichi di quel grande pathos di rinnovamento che ha sempre animato le scienze umane in Francia e che ha contribuito all’espansione intellettuale francese degli ultimi decenni soprattutto negli studi medievali. L’autore cerca di dare una visione personale e critica delle tre opere, studiandone vantaggi e svantaggi metodologici.

Parole chiave: medieval Art, iconography, anthropology and aesthetics of the image.

Oleg Voskoboynikov, PhD, is now associate professor at the social history department of the Higher School of Economics, Moscow. He studied medieval history at the Medieval history departement of Moscow State Lomonossov University until his graduation in 2002. He was also student of Jean-Claude Schmitt at EHESS Paris from 1999 to 2006, when he graduated on the subject “Arts, savoirs et visions de la nature à la cour de Frédéric II”. Member of the Officina di studi medievali since 2005. He’s now working on the critical edition of “Liber particularis” by Michael Scot, and prepairs the publication of his thesis in the series of the Officina di studi medievali.

 

 

 

 

 

 

 

 

}); })(jQuery);