Mirko Vagnoni, Rex et sacerdos e christomimetes. Alcune considerazioni sulla sacralità dei re normanni di Sicilia

 

La storiografia ha generalmente rappresentato i sovrani normanni di Sicilia (1130-1189) secondo i modelli del re cristomimetes, imago Dei e rex et sacerdos. Questo studio, analizzando le loro raffigurazioni ufficiali, mette in evidenza come in realtà tali concetti risultino assolutamente inadeguati a delineare il rapporto tra questi e l’elemento sacro. In pratica la loro sacralità risulta assolutamente depotenziata e legata esclusivamente al concetto di re come a Deo coronatus.

Parole chiave. sacralità regia, rappresentazione del potere, iconografia regia, monarchia normanna, regno di Sicilia.

Mirko Vagnoni si è laureato in Storia medievale all’Università degli Studi di Siena (2004) ed ha conseguito il dottorato di ricerca a quella di Firenze (2008). Borsista post-dottorato presso il Deutsches Historisches Institut in Roma (2009), il Zentrum für Mittelalter- und Renaissancestudien in Monaco di Baviera ed il Medieval Institute della University of Notre Dame negli Stati Uniti (2012), concentra le sue ricerche sulla rappresentazione del potere nel regno di Sicilia in età normanna-sveva con particolare attenzione al rapporto re-sacro.

 

}); })(jQuery);