Anna Glusiuk, La storia del manoscritto della Vita di Cristina di Markyate

 

L’articolo presenta la storia del manoscritto della Vita di Cristina di Markyate, vissuta in Inghilterra nel XII secolo. Esso nasce come frutto della ricerca fatta a proposito della prima edizione critica del testo latino del XIV secolo con traduzione in lingua italiana a fronte. L'intento è quello di presentare la complicata storia del manoscritto della Vita e l’altro manoscritto intitolato Sanctilogium Angliae dove la Vita di Cristina è stata aggiunta. Il Sanctilogium Angliae, opera scritta nel XIV secolo da John of Tynemouth contenente la Vita oggi è conosciuto con il nome Cotton Tiberiue E.1. Nella seconda parte di quest’opera è stata aggiunta la Vita di Cristina di Markyate. Mancano dati sicuri che riguardano l’interpolatore che copiò la Vita nel XIV secolo dal testo originale del XII secolo, sfortunatamente andato perso. Questo articolo presenta alcune ipotesi che riguardano i diversi personaggi importanti par la storia della Vita e le tappe che il codice fece per arrivare dall’abbazia St. Albans alla British Library di Londra.

Parole chiave: Cristina di Markyate, storia del manoscritto, Sanctilogium Angliae.

Anna Głusiuk, nata a Malbork (Polonia) nel 1978. Nel 2003 ha conseguito la laurea in Scienze Politiche presso l’Uniwersytet Gdanski a Danzica e la laurea nel 2008 in Lettere Cristiane e Classiche presso l’Università Pontificia Salesiana a Roma (Pontificium Institutum Altioris Latinitatis). A giugno del 2011 ha conseguito il dottorato in Lettere Cristiane e Classiche con la tesi: Vita Christinae monalis prope monasterium S. Albani: editio cum adiectis commentariiis criticis et ad auctoris vitae descriptionem pertinentibus, in fase di pubblicazione.

 

}); })(jQuery);