Sabrina Crimi, Il ms. FN I 14 della Biblioteca Francescana di Palermo. Documenti per la storia del feudo Margi nel territorio di Corleone (abstract, parole chiave e curriculum)

L’articolo propone un’analisi paleografica, diplomatica e contenutistica del ms. FN I 14, conservato all’interno del fondo Naselli Flores e Guasconi presso la Biblioteca Francescana di Palermo. Il volume racchiude i documenti relativi alle vicende del feudo Margi nel territorio di Corleone, cioè i documenti di uno dei 79 feudi in cui il suddetto comune era diviso nei secoli XVI-XVII. L’esame del ms. evidenzia la peculiarità della sua fattura e del suo aspetto materiale e le caratteristiche delle scritture con cui sono stati redatti i singoli atti. Questi ultimi, stilati in tempi diversi e da diversi redattori, offrono infatti un ampio campionario di scritture che, pur nelle loro peculiarità individuali, sono state riconosciute quali espressioni della mirabile varietà raggiunta dalla corsiva post-umanistica. Per quanto riguarda l’aspetto diplomatico, la filza raccoglie al suo interno documenti privati notarili redatti in ambito siciliano, di cui sono stati analizzati i caratteri intrinseci, cercando di evidenziarne ora le divergenze ora l’adeguamento allo schema consueto della produzione privata notarile. Per quel che attiene, infine, all’aspetto contenutistico, analizzando le carte del volume si è potuta ricostruire la storia del feudo corleonese in un arco cronologico che va dal 1652 al 1800 e, in particolare, sono stati evidenziati i dati relativi alla linea di successione ereditaria, ai proprietari e ai gabelloti del feudo, al suo censo annuale e ai pagamenti di questo.

Parole chiave: Filza, paleografia, corsiva post-umanistica, fondo Naselli Flores e Guasconi, Corleone, Feudo Margi.

Sabrina Crimi nata a Palermo nel 1985, nel 2010 ha conseguito la laurea specialistica in Filologia Moderna presso l’Università degli Studi di Palermo con una tesi in paleografia e diplomatica (relatore Diego Ciccarelli). Nel medesimo anno ha perfezionato i suoi studi acquisendo il diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica rilasciato dall’Archivio di Stato di Palermo. Ha recentemente collaborato alla redazione dell’edizione diplomatica del Codice diplomatico di Castrogiovanni, pubblicato dalla Biblioteca Francescana di Palermo a cura di C. Bonarrigo.

}); })(jQuery);