Francesca Criscenti, Un manoscritto sconosciuto delle Historiae di Goro Dati e delle Epistolae di Stefano Porcari

 

Tra i testi repubblicani tardomedievali che ci sono pervenuti ve ne è uno sconosciuto a causa della mancanza di catalogazione da parte della biblioteca in cui si trova. Si tratta di un manoscritto del XV secolo: Cronica della guerra che ebe messer Bernabò duca di Melano col magnifico populo di Firenze, codice unitario che comprende una Cronica di Goro Dati seguita da nove Epistole di Stefano Porcari, politico e umanista romano noto soprattutto per il tentativo di ribellione e la congiura contro il papa Niccolò V. Le opere presenti sono legate alle vicende che videro l’affermarsi della libertas fiorentina tra la fine del Trecento e la prima metà del Quattrocento. Si tratta di un codice scritto in mercantesca, da una sola mano. Il corpo centrale è in carta; a esso sono stati aggiunti all’inizio e alla fine due fogli di guardia in pergamena, nei quali troviamo alcune note di possesso che sono di grande rilevanza per stabilire la sua provenienza e intravedere le cause che ne determinarono l’allontanamento dalla città di Firenze.

 

Parole chiave: Libertà; manoscritto; repubblica; cronica.

 

Francesca Criscenti, si è laureata nel 2010 presso l’Università degli Studi di Palermo, Corso di Laurea in Beni Archivistici e Librari, con una tesi su Il codice II. 1. 13 C41 della Biblioteca Lucchesiana di Agrigento: una raccolta di testi repubblicani del primo Quattrocento fiorentino (relatore Paolo Cherubini).

}); })(jQuery);