Luciana Petracca, Il monastero di Santa Maria di Valle Giosafat nella “notitia” di Antonino Amico.

Il contributo indaga l’origine di Santa Maria di Valle Giosafat alla luce della notitia premessa da Antonino Amico, erudito siciliano della prima metà del XVII secolo, alla trascrizione del tabulario dell’abbazia gerosolimitana. La notitia, di cui si propone l’edizione, ripercorre la storia del cenobio di Valle Giosafat a partire dal periodo immediatamente precedente la conquista cristiana di Gerusalemme (1099). Attraverso la sapiente e critica utilizzazione di fonti cronachistiche e fonti documentarie l’Amico ripercorre gli esordi della congregazione benedettina, dalla prima vocazione assistenziale al crescente sviluppo delle sue dipendenze, fino a descrivere la nascita del priorato messinese di Santa Maria Maddalena. Le alterne vicende del monastero siciliano sono narrate in rapporto alle dinamiche storico-politiche che hanno interessato l’isola sin dalla prima conquista normanna.

Parole chiave: Monastero di Santa Maria di Valle Giosafat, Gerusalemme, Antonino Amico, Priorato di Santa Maria Maddalena, Messina.

Luciana Petracca è ricercatrice di Storia Medievale presso la Facoltà di Beni Culturali dell’Università del Salento. I suoi interessi spaziano dalla storia degli ordini religioso-militari, con particolare attenzione alla loro diffusione in Puglia e in Sicilia, allo studio del principato di Taranto nel XV secolo. Tra le sue pubblicazioni: Presenze Templari in Puglia, in H. HOUBEN - B. VETERE (a cura di), Pellegrinaggio e Kulturtransfer nel Medioevo europeo, Galatina 2006, pp. 13-24; La Notitia di Antonino Amico, erudito siciliano del Seicento e l’Ordine dei Templari, in H. HOUBEN - B. VETERE (a cura di), Mobilità e Immobilità nel Medioevo europeo, Galatina 2006, pp. 149-162; Giovanniti e Templari in Sicilia, vol. I, Galatina 2006; Giovanniti e Templari in Sicilia. Il ms. Qq H12 della Biblioteca Comunale di Palermo, vol. II, Galatina 2006; La zecca di Lecce negli anni della signoria orsiniana, in B. VETERE - F. SOMAINI (a cura di), Prin 2006-2008: Geografie politiche dell’Italia dal 1350 al 1500. Assetti territoriali e dinamiche di sistema. Fonti, linguaggi, cartografia - Geografie e linguaggi politici alla fine del Medioevo. I domini del principe di Taranto in età orsiniana (1399-1463), Galatina 2009, pp. 165-184; Quaterno de spese et pagamenti fatti in la cecca de Leze (1461/62), Roma 2010 (Istituto Storico Italiano per il Medio Evo, Centro di Studi Orsiniani, Fonti II); L’espansione del circuito fieristico regionale nel Quattrocento. Fiere e mercati in Terra di Bari e Terra d’Otranto, in C. MASSARO - L. PETRACCA (a cura di), Territorio, culture e poteri. Scritti in onore di Benedetto Vetere, in corso di stampa.


}); })(jQuery);