Matteo Villani, Reti commemorative, mondo dei laici e relazioni monastiche tra Campania e Capitanata. A proposito di due recenti pubblicazioni

 

Partendo dalla recente edizione del necrologio e Libro del Capitolo di S. Maria del Gualdo Mazzocca (presso Foiano Val Fortore - BN), si studia questo tipo particolare di fonte liturgica e commemorativa ai fini dell’individuazione delle reti di relazioni monastiche sia nei confronti del mondo esterno che all’interno delle specifiche congregazioni. Il necrologio in oggetto mostra affinità col necrologio di Montevergine (Mercogliano - AV), con cui condivide un forte rapporto col laicato non titolato. Tuttavia, mentre nel necrologio verginiano viene raccolta tutta la memoria liturgica della congregazione, compresa quella delle dipendenze, queste ultime risultano poco rappresentate nel necrologio gualdense, anche quelle importanti e famose tra i laici come quella di S. Matteo di Sculgola, in Capitanata. Si opera poi un confronto con una congregazione dalla storia simile a quelle verginiana e gualdense (S. Maria di Pulsano, presso Monte Sant’Angelo - FG) e in particolare col necrologio della sua dipendenza foggiana di S. Cecilia, che appunto mostra relazioni più col mondo direttamente circostante che con la Casa Madre. Pertanto, similmente a Pulsano, anche nella congregazione gualdense non deve essere avvenuta una concentrazione centripeta della memoria liturgica come a Montevergine, ma ciò non è dipeso, come a Pulsano, da una debolezza dell’organizzazione monastica centrale, ma da un diverso rapporto con le dipendenze.

 

Parole chiave: necrologi, S. Maria del Gualdo Mazzocca, Montervergine, Pulsano, Libro del Capitolo.

 

Matteo Villani si è laureato in lettere a Napoli, sotto la guida di Mario Del Treppo. Dopo la laurea, su impulso di Giovanni Vitolo, si è occupato di necrologi dell’Italia meridionale. Collabora inoltre a diversi progetti editoriali dell’École Française de Rome, sotto la guida di Jean-Marie Martin, in particolare riguardo all’edizione e indicizzazione di fonti. È bibliotecario presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, dove è responsabile della Sala Umanistica. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

}); })(jQuery);