Luca Parisoli, Un nuovo contributo all’analisi dell’anti-giudaismo e il fantasma di confusione

 

A partire dalla lettura del poderoso volume di Johannes Heil sulla nozione di complotto nell'anti-giudaismo cristiano, la nota sviluppa il tema tra psicoanalisi e teoria della normatività del fantasma di confusione come chiave emblematica, nel senso lacaniano assegnato al termine da Pierre Legendre, dei rapporti normativi tra cristiani e ebrei nel Medioevo. Viene sottolineata la reciprocità della dialettica avversativa che caratterizza due sistemi di credenze tra loro fratelli, e radicalmente fratelli nel contesto anti-marcionita del cristianesimo della Summa fratis Alexandri (XIII secolo), tanto da scatenare la violenza del passaggio all'atto del fantasma di confusione. Questa violenza è solo apparentemente simile a quella che caratterizza il rapporto con il mondo musulmano, da comprendere sotto la dialettica amico-nemico e dell'assolutamente Altro. Si sottolinea poi la necessità del rispetto di elementi che imbriglino tale fantasma per un vero dialogo ecumenico, che si nutre di una prossimità che non è necessariamente universale.

 

Parole chiave: anti-giudaismo, anti-marcionismo, fantasma di confusione, comportamenti umani e normatività, teoria del complotto.

 

Luca Parisoli, dopo avere insegnato all'Université Paris X, Nanterre, insegna attualmente Storia della Filosofia Medievale all'Università della Calabria, dove rappresenta, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, l'Officina di Studi Medievali. Il suo campo di ricerca è il pensiero normativo - tra etica, diritto, politica, economia - della scuola francescana tra XIII e XIV secolo, e la razionalità che ne emerge tra ontologia e metafisica: un suo libro recente riguarda l'opzione di logica non-classica in Scoto, La contraddizione vera, Istituto Storico dei Cappuccini, Roma 2005, mentre sono appena usciti il volume La Summa fratris Alexandri e la nascita della filosofia politica francescana, OSM, Palermo 2008 ed il volume collettivo da lui curato Pauvreté et capitalisme. Comment les pauvres franciscaines ont justifié le capitalisme et le capitalisme a préféré la Modernité, OSM, Palermo 2008.

}); })(jQuery);